La vita è un dono che mi ha concesso

Vorrei che esistesse una macchina del tempo,ma non per cambiare qualche dettaglio della mia vita..solo per poter vedere determinati momenti della mia infanzia. Vedo come tutti hanno foto di quando erano piccoli o semplicemente sanno che “marachelle” hanno fatto o la prima parola che hanno pronunciato. Sarebbe bello sapere qual è stata la prima parola che ho detto,sicuramente non sarà stata “mamma” per il semplice fatto che io una mamma non l’avevo. Sono cresciuta con un’amica/vicina della donna che mi ha dato al mondo e ancora oggi non so il perché di questa sua scelta, ci possono essere tante montivazioni : Non aveva le possibilità per tenermi con sé o semplicemente non mi voleva o chissà che… Non posso giudicare questo suo gesto,non so perché lo abbia fatto,ma mi ha dato alla luce mi ha donato la vita e io per questo la rispetto! Mi si spezza il cuore ogni volta che sento ai telegiornali che donne buttano il proprio figlio appena nato nel secchio dell’immondizia così come se fossero degli oggetti inutili di quelli che ti hanno regalato ma che non hai gradito… penso sia uno dei gesti più crudeli al mondo e allora penso a me che sono qui perché LEI ha avuto il buon senso di darmi questa possibilità. Non so bene questa parte della mia vita ma so solo che mi ha cresciuta,come ho accennato prima , un’amica di Lei,Sandra, che aveva tre figli due maschi e una femmmina che ho considerato fratelli per un pó. Del primogenito non ricordo praticamente nulla perché stava sempre fuori neanche tornava per la cena,chissà cosa faceva realmente,invece con con gli altri due ci passavo praticamente tutto il giorno i loro nomi? Nataniael e Sarài. Impossibile dimenticarli. Mi ricordo che giocavamo SEMPRE senza mai stancarci ,correvamo come matti lungo la strada davanti il vialetto e tornavamo a casa con qualche gionocchio o gomito sbucciato ma noi non non ci facevamo caso,continuavamo a correre e ancora a correre ed infondo è quello che continuo a fare tutt’ora,correre e rialzarmi nonostante le varie cadute durante il mio cammino.

Advertisements

Prendere coraggio

È sera tardi e finalmente mi sono decisa a iniziare a scrivere dopo anni di insicurezze …il mio intento? È quello di trasportarvi piano piano nel mio mondo,nel mio mondo passato. Per essere più precisi nella mia vita passata da cui inconsciamente scappavo,ma ora mi sono fermata. Voglio ricordare ogni momento e scriverlo qui perché la verità è che in me è cresciuta la paura che un giorno io possa scordarmi chi ero,da dove sono venuta e le mie mille avventure. Vi prego di non aspettarvi una storia ben scritta grammaticalmente…sono un pó arruginita sotto questo punto di vista,ma farò del mio meglio. Promesso. Spero che riesca a portarvi nella storia di una ragazza adottata che cerca di non perdere i propri ricordi,che sono gli unici che gli rimangono della sua vita precedente.